Giulio Soldati è 7° ai Giochi Olimpici Giovanili in Cina

18 agosto 2014
Nicola Volpi

Eccezionale prova dell’azzurro a Nanjing, in una gara svoltasi con grande agonismo. Medaglia d’Oro a Ben Dijkstra (GBR) al fotofinish su Daniel Hoy (NZL).

Una conduzione di gara perfetta ha condotto il giovane azzurro Giulio Soldati – portacolori della TD Rimini, allenato da Max De Luca – a tagliare il prestigioso traguardo dei Giochi Olimpici Giovanili al settimo posto. Un risultato davvero entusiasmante, frutto di un lavoro minuzioso sia dal punto di vista tecnico/sportivo che da quello psicologico che, in manifestazioni così importanti e “sentite”, gioca un ruolo fondamentale.

Questa la dichiarazione a “caldo” del giovane azzurro:

Quando le sensazioni sono buone tutto diventa più facile. In acqua stavo benissimo, peccato non sia andata la fuga in bici: si sarebbe deciso tutto nella corsa, dove posso dire di aver dato tutto quello che avevo, ottenendo in volata la settima posizione. Bellissima esperienza che comunque non credo sia un traguardo ma un punto di partenza!”.

Ecco invece il resoconto del DT Giovani, Alessandro Bottoni:

Giulio ha fatto una prova eccezionale perché sulla carta valeva il 15° posto. È riuscito ad affrontare la gara olimpica rendendo al massimo delle sue possibilità e cercando di cogliere ogni possibile occasione per fare un buon risultato. Giulio, come da programma, ha attaccato fin dalle prime bracciate per cercare di formare un gruppetto di testa con cui fare una fuga nel ciclismo, con l’obiettivo ambizioso di una posizione di prestigio nella classifica finale. Uscito secondo dall’acqua ha formato un gruppo di otto atleti che purtroppo è stato raggiunto dal gruppo inseguitore, formato da diversi atleti giunti poi nelle prime posizioni. Giulio ha però ben gestito la frazione di ciclismo ed è riuscito comunque a fare la sua miglior frazione dell’anno correndo addirittura con il forte spagnolo Gonzalez (quarto nella prova olandese di qualificazione europea) e giungendo al fotofinish con l’ungherese Lehmann. Dopo attimi di attesa per l’esito del fotofinish viene ufficializzata la settima posizione assoluta e la quinta tra gli europei.
Merito suo e del fatto che è stato portato alla gara nelle condizioni ottimali, dal punto di vista fisico e soprattutto mentale. Presentarsi sul pontone di partenza dell’appuntamento olimpico in condizioni mentali ottimali non è stato facile perché il clima olimpico, le aspettative dall’italia per l’atleta selezionato, il villaggio olimpico e la cerimonia di apertura su atleti così giovani sono difficili da gestire.  Altri avversari più forti di lui si sono spenti proprio nell’ultima frazione, quando si fa il conto delle risorse fisiche e mentali spese nelle frazioni precedenti e prima della gara. Questo risultato premia il lavoro fatto con Giulio ed è ancora più positivo se letto in forma globale.
Le Olimpiadi Giovanili sono un evento che ha alcuni aspetti critici legati ai processi di selezione in età cosi precoci e se mal gestiti possono portare a situazioni demotivanti per gli atleti, soprattutto tra i non selezionati.  Invece il lavoro della Federazione e dello staff delle Squadre Nazionali Giovanili ha portato non solo ad un settimo posto finale, difficile da ipotizzare inizialmente, ma soprattutto alla creazione e al supporto di un gruppo di atleti Youth B. Gruppo che grazie al progetto olimpico è cresciuto molto negli ultimi due anni, andando in diverse occasioni anche meglio degli atleti Junior, soprattutto tra gli uomini, con almeno sei atleti dello stesso livello di Giulio Soldati. Atleti che hanno avviato un percorso che li porterà ad essere sempre più coinvolti nel Progetto Talento e nelle Squadre Nazionali.
Mentre Giulio gareggiava alle Olimpiadi Giovanili gli amici in raduno a Spilimbergo, tutti insieme, hanno seguito la gara e fatto il tifo per Giulio. Quello di aver creato un buon gruppo Youth B è forse il successo maggiore e il modo migliore per interpretare le Olimpiadi Giovanili.

2014 Nanjing Youth Olympic Games

Pos First Name Last Name Country Time Swim T1 Bike T2 Run
1 Ben Dijkstra GBR 00:54:43 00:09:40 0:00:45 00:28:37 0:00:27 00:15:14
2 Daniel Hoy NZL 00:54:43 00:09:25 0:00:39 00:28:58 0:00:21 00:15:20
3 Emil Deleuran Hansen DEN 00:54:49 00:09:38 0:00:42 00:28:43 0:00:19 00:15:27
4 Peer Sönksen GER 00:54:57 00:09:38 0:00:44 00:28:41 0:00:22 00:15:32
5 Javier Martin CHI 00:55:32 00:09:39 0:00:43 00:28:40 0:00:23 00:16:07
6 Alberto Gonzalez Garcia ESP 00:55:37 00:09:29 0:00:42 00:28:53 0:00:23 00:16:10
7 Giulio Soldati ITA 00:55:40 00:09:20 0:00:40 00:29:02 0:00:25 00:16:13
8 Bence Lehmann HUN 00:55:40 00:09:19 0:00:42 00:29:01 0:00:23 00:16:15
9 Charles Paquet CAN 00:55:55 00:09:35 0:00:44 00:28:43 0:00:26 00:16:27
10 Omri Bahat ISR 00:56:12 00:09:17 0:00:43 00:29:04 0:00:22 00:16:46

Altre info: http://www.triathlon.org/news/article/89808



Giulio Soldati (TD Rimini) in un momento pre-gara