Medaglia d’oro agli Italiani per il novarese Molinari nel triathlon “medio”

6 luglio 2014
Nicola Volpi

Primo al traguardo al campionato italiano di triathlon medio. Il novarese Giulio Molinari, 26 anni, del centro sportivo carabinieri domenica è salito sul gradino più alto del podio a Barberino di Mugello dominando la gara sulla distanza cosiddetta «mezzo ironman» che prevede 1900 metri di nuoto, 90 km di ciclismo (senza possibilità di pedalare in scia) e 21 km di corsa a piedi. La gara Molinari l’ha condotta fin dalle prime fasi.

Come vuole la tradizione il meglio del suo repertorio si è visto durante la frazione di ciclismo: «Sono uscito terzo dal nuoto – dice Giulio Molinari -. Durante la frazione in bici ho accumulato quattro minuti di vantaggio che si sono praticamente mantenuti nella corsa a piedi. Ho tagliato il traguardo con 3 minuti e mezzo sull’inseguitore Massimo Cigana del Liger Team».
Dall’inizio della stagione 2014 Giulio Molinari è allenato da Andrea D’Aquino, un altro nome novarese noto nel settore della triplice disciplina: «Ricopro il ruolo di tecnico per la sezione triathlon del centro sportivo carabinieri a Roma dal gennaio scorso – dice Andrea D’Aquino -. Mi occupo della gestione tecnica e organizzativa della squadra, seguendo personalmente Giulio Molinari e coadiuvando il lavoro degli altri atleti con i rispettivi staff tecnici. Quando sono a Novara seguo Giulio nelle tre discipline, appoggiandomi per il nuoto alla Libertas Nuoto Novara del coach Enrico Ferrero. Le restanti specialità vengono preparate sui percorsi del novarese e biellese. Molinari è già stato convocato dal responsabile tecnico della nazionale Leonardo Beggio agli Europei del 18 ottobre a Palma di Maiorca».

Molinari ha riscattato la performance al «Cannes international triathlon» di metà aprile: «Era il mio esordio nel triathlon medio e stavo conducendo la prova di ciclismo quando due francesi hanno tagliato il percorso aggiudicandosi la gara. I giudici hanno applicato non la squalifica ma delle penalità assegnandomi solo il secondo posto. Ammetto di aver lasciato la Costa azzurra non proprio soddisfatto».
Il titolo femminile è stato assegnato a Martina Dogana, la dominatrice della Mezza di San Gaudenzio dello scorso gennaio a Novara: «La prima mezza di stagione a Novara in onore del santo patrono – conclude Molinari – ha rappresentato un buon test di preparazione per entrambi. Martina aveva vinto ed io mi ero piazzato undicesimo. Ci siamo ritrovati entrambi campioni tricolori a Barberino di Mugello».